Elaborazione del trauma

La stragrande maggioranza del malessere psicologico inclusi ansia, depressione, difficoltà relazionali, fobie e compulsioni trovano una loro origine di tipo traumatico.

Immagine del sito

Possiamo tranquillamente sostenere che la stragrande maggioranza del malessere psicologico inclusi ansia, depressione, difficoltà relazionali, fobie e compulsioni trovino una loro origine di tipo traumatico.

Trauma significa letteralmente “ferita, rottura”, un qualcosa che segna un punto di interruzione tra un “prima” e un “dopo”. Le esperienze traumatiche possono verificarsi ogniqualvolta si sente che la propria (o altrui) incolumità fisica o psichica è messa a repentaglio da agenti esterni (incidente, perdita di una persona cara, abusi sessuali o fisici, catastrofe naturale o altro). Anche ripetuti fallimenti o esperienze relazionali negative possono assumere connotazioni traumatiche, specialmente se verificatesi durante i primi anni di vita con le proprie figure di riferimento o con il gruppo dei pari.

In entrambi i casi, quindi sia in caso di traumi maggiori che nel ripetersi di eventi micro-traumatici di tipo relazionale, le conseguenze derivanti da una mancata elaborazione e integrazione delle esperienze traumatiche spesso è alla base dei numerosi malesseri riportati dalle persone. Nei casi più gravi si arriva a parlare di vero e proprio Disturbo Post Traumatico da Stress (PTSD). Sono specializzata nell’elaborazione del Trauma con EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing), approccio di elezione per il trattamento dei disturbi post traumatici.