Quando iniziare la psicoterapia

Decidere di iniziare un percorso terapeutico a volte non è così facile. A volte il “quando” si matura solo nel tempo, quando ci si sente pronti o quando si sente che è arrivato il momento.

Immagine del sito

Decidere di iniziare un percorso terapeutico a volte non è così facile. A volte il “quando” si matura solo nel tempo, quando ci si sente pronti o quando si sente che è arrivato il momento.

Il tuo “quando” potrebbe essere legato a un evento traumatico che hai vissuto di recente o in passato e che ha avuto un forte impatto sulla tua vita. Gli eventi possono essere tanti: una separazione, un lutto, la perdita del lavoro, una malattia importante, diversi fallimenti relazionali o una violenza subita. Questi sono solo degli esempi, esistono infiniti eventi con conseguenze emotive che possono stravolgere improvvisamente il ritmo della nostra vita.

Un altro “quando” potrebbe essere legato a sintomi chiari che ci fanno capire che c’è qualcosa che non va e vogliamo prendercene cura. Possiamo pensare agli attacchi di panico, all’insonnia, all’ansia incontrollata, alle fobie o alle ossessioni per citarne alcuni. Spesso si inizia quando i sintomi iniziano a diventare invalidanti, ma prima si inizia e prima si può ricominciare a stare bene.

Non servono solo traumi e sintomi forti per considerare di iniziare un percorso. Il tuo “quando” potrebbe arrivare in un momento della vita in cui sperimenti un senso generale di malessere, quando si ha la sensazione di non farcela e di essere arrivati allo stremo delle difficoltà quotidiane. Lo psicoterapeuta può aiutarti a esplorare delle risorse personali che non immaginavi di avere e significati e collegamenti che forse non conoscevi e aiutarti a navigare verso una più profonda conoscenza e consapevolezza di te stesso.

Che sia oggi o domani, quando arriverà il tuo “quando” potresti scegliere di contattarmi per un primo colloquio conoscitivo che già da subito potrebbe aiutarti a fare chiarezza e a capire meglio il “come”.